Il giorno 7 ottobre 2017 19:57, Alessio Ciregia <alciregi@gmail.com> ha scritto:
> Per favore nessuno si senta offeso. Sto un po' facendo l'avvocato del diavolo :-) Non sono io che critico. Casomai cerco solo di chiarirmi le idee per meglio rispondere alle critiche.

Ma ci mancherebbe :)
Ho dovuto sistemare a mano il quoting, mi sa che il tuo client email fa le bizze.

> Libera. Quale distribuzione non è libera?

Quelle che contengono software proprietario nella installazione di base? Quelle che si fanno pagare per il download non si capisce bene sulla base di quale principio? :)

> Nemmeno Fedora è fra quelle considerate completamente libere dalla FSF, estremisti che non sono altro :-)

Fedora non è approvata dalla FSF perché contiene dei firmware, ma nei repository non include né software proprietario né software con problemi di brevetti.
Nel 2006 ci fu uno scambio di mail con Stallman per capire se Fedora potesse qualificarsi come distribuzione consigliata da FSF:
https://fedoraproject.org/wiki/FreeSoftwareAnalysis/FSF
Diciamo che se andiamo a vedere i repository e il software usato e sviluppato dalla comunità, Fedora è tra le distribuzioni maggiormente vicine alla filosofia del software libero.

> Non mi vergogno di nascondere la mia ignoranza. Su quali distribuzioni vengono sviluppati software chiusi?

Launchpad è un software sviluppato da Canonical, utilizzato da Ubuntu per pacchetti, codice, traduzioni ecc., che per molti anni è stato proprietario.

>> Fedora la usano da anni molti miei amici che capiscono ben poco di informatica; l'unico passaggio critico è la configurazione perché è un po' più difficile mettere componenti non libere. Fedora è molto più filo software libero di molte altre distribuzioni come dicevo prima, perfino di Debian.
>
> Davvero perfino di Debian? Uuu

Debian a differenza di Fedora include software non-free nei suoi repository ufficiali.

>>  non ho mai percepito un guinzaglio o altro; è una situazione molto diversa da quella tra Ubuntu e Canonical per intenderci.
>
> Sempre per mia ignoranza. Spiegheresti meglio questo punto?

Nella mia personale esperienza, non ho mai visto/vissuto imposizioni o prese di direzioni "strane"/non condivise a livello comunitario. Niente storie tipo Mir/Snap/suggerimenti-Amazon-nella-barra-di-ricerca per intenderci. Molti progetti sono nati su Fedora da sviluppatori che non avevano legami con Red Hat, software che in seguito sono stati integrati in Red Hat (e spesso lo sviluppatore di turno è stato assunto).

Detto ciò, preferisco parlare di perché mi piace Fedora o del perché nutro rispetto per Debian, o perché ho un server con CentOS (e varie istanze di Fedora) piuttosto che parlare di come varie ditte nel mondo FLOSS nel corso degli anni abbiano cercato di fare la Apple di turno :)


Buona serata,
Frafra